Hp Parioli
17 Novembre 2022
ASSISTENZA PLOTTER HP ITALIA 800168531
17 Novembre 2022

Plotter Hp Transizione 4.0

Plotter Hp Industria (Transizione) 4.0 – 2022

 

Plotter Hp Transizione 4.0

Plotter Hp Transizione 4.0

LEGGE DI BILANCIO 2022 >> INDUSTRIA 4.0

I plotter Hp Designjet T940, T1600, T1700, T2600, XL 3600, Z6, Z9, Z6 Pro 64″, Z9 Pro 64″ sono “Beni agevolabili” Transizione 4.0 e beneficiano del Credito d’Imposta del 40% (cumulabile con altre misure in atto, come ad es. il Bonus Sud)

Richiedi subito la Tua offerta personalizzata

Considerando che questi modelli beneficiano anche della Supervalutazione dell’usato i costi finali saranno veramente eccezionali. Qualche esempio:

Hp Designjet T940 A0 36″ > da €84/mese – credito imp. 40% – Supervalutaz usato €300 prezzo d’acquisto netto reale circa €1.650** + iva

Hp Designjet T2600 A0 36″ > da €230/mese > meno credito imp. 50% > meno Supervalutaz usato €1000 prezzo d’acquisto netto reale circa €3.990** + iva
(sommando anche il credito d’imposta di Bonus Sud, ad es, addirittura si matura una plusvalenza)

Se non ne approfittate ora e continuate a spendere soldi per riparare macchine vecchie vuol dire che state regalando ai Vs concorrenti i soldi del credito d’imposta che spetterebbero a Voi…

Richiedi subito la Tua offerta personalizzata

Tutti i plotter agevolabili hanno dotazioni professionali come: memoria Ram 128GB, 6 o più colori, Impilatore stampe (T940, T1600, T2600, XL 3600). I plotter serie T1600, T2600 e XL 3600 hanno la taglierina motorizzata che non blocca le stampe multiple. Su questi modelli il costo copia è il più basso del mercato.

La supervalutazione dei plotter usati di qualsiasi marca arriva a ben €3000. Insomma, se non lo fate ora non lo farete più!

Plotter Hp Transizione 4.0

Plotter Hp Industria 4.0

www.plotterhpmilanolombardia.ink

https://assistenza-vendita-plotter-hp-roma-e.business.site/

https://plotter-hp-bari-e-puglia.business.site/

https://plotter-hp-modena.business.site/

https://plotter-hp-ancona.business.site/

https://plotter-hp-avellino.business.site/

https://plotter-hp-salerno.business.site/

https://noleggio-hardware-hp-milano.business.site/

https://plotter-hp-brescia.business.site/

https://plotter-hp-firenze-e-toscana.business.site/

https://plotterhpemiliaromagna.business.site/

www.hp.com

Condividi

Shares


4 Comments

  1. Luigi Porcelli ha detto:

    Buona sera Aruta,
    spero sia rientrato dalle ferie. Il ns commecialista ci ha confermato che possiamo avere il credito d’imposta di Transizione 4.0 e Bonus Sud 35% (per il fatturato)
    Lunedi Le invierò i documenti per il Leasing del plotter Hp Designjet T2600dr e per le 3 Workstation sulle quali, acquistandole insieme al plotter ed essendo necessarie per la gestione dello stesso, pure matureremo i crediti d’imposta.
    Le Sue informazioni al riguardo sono state davvero preziose e La ringrazio pubblicamente.
    Saluti
    Ing Luigi Porcelli – Bari

  2. Cosimo Tagliente ha detto:

    Sto valutando un preventivo di un vs plotter per un’industria grafica, mi aiuta a capire qual’è il Gruppo e Sottogruppo dell’Allegato A nel quale rientrano i plotter per poter fruire del credito 4.0. Grazie.

  3. Fulvio Domenichini ha detto:

    Salve,
    noi siamo una impresa edile e ci hanno detto che noi non possiamo avere il credito d’imposta di Transizione 4.0. Voi confermate?
    Ing Domenichini – Modena

    • admin ha detto:

      Salve Ing Domenichini,
      chi Le ha detto questa cosa è ignorante in materia.
      Questo link credito imposta Transizione 4.0, del sito edilizia.com (…), riporta quanto segue:

      <chi può beneficiarne?
      Il credito per l’acquisto di beni strumentali è appunto un incentivo riservato alle imprese, che mira a favorire lo sviluppo tecnologico e digitale dei processi produttivi in tutti i settori economici.

      A questo scopo, tutte le imprese residenti in Italia possono beneficiare di un credito d’imposta su una parte delle spese sostenute per investire nel progetto di Transizione Digitale 4.0.

      Oltre alle imprese residenti, potranno usufruire del credito anche le cosiddette “Stabili Organizzazioni” di imprese non residenti, ovvero le società estere che hanno una sede d’affari in Italia.

      Ad essere escluse saranno solamente le imprese:

      In stato di liquidazione volontaria, fallimento o liquidazione coatta amministrativa;
      In stato di concordato preventivo senza continuità aziendale;
      Sottoposte a procedura concorsuale (o in corso di procedimento) di cui al:
      Regio decreto n. 267 del 16 marzo 1942;
      Codice della Crisi e dell’Insolvenza;
      Ulteriori leggi speciali.
      Destinatarie di sanzioni interdittive ai sensi dell’art. 9 comma 2 del DL n. 231 del 8 giugno 2001.
      Chiariamo in ogni caso che tutte le imprese che intendono usufruire del credito d’imposta per i beni strumentali dovranno dimostrare il rispetto del versamento dei contributi previdenziali e assistenziali a favore dei lavoratori, nonché assicurare la sicurezza nei luoghi di lavoro secondo quanto previsto dalle normative di settore>>
      Come vede Lei stesso Le hanno detto una enorme e dannosa sciocchezza. Purtroppo sono in pochi ad aver approfondito, ivi compresi i commercialisti…
      Saluti
      Leo Aruta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *